Valentina e Daniele

Il giorno 9 Luglio partiremo per la nostra Luna di Miele con destinazione CILE E POLINESIA!!

Inizieremo il nostro viaggio alla scoperta dei meravigliosi deserti Cileni, ammirando territori unici al mondo che ricordano paesaggi marziani…
Imperdibile il Deserto di Atacama…Paesaggi marziani quelli che si trovano nel nord del Cile, in questo luogo, il più arido sulla terra. Visiteremo canyon scolpiti dall’erosione del vento, e grandi laghi salati, quasi impossibile trovarvi qualcosa di verde, o qualcosa di vivo, ma sede di tre dei maggiori osservatori astronomici internazionali. Con un’altitudine che va dai 2400 metri agli oltre 4200 metri slm, in quest’area convergono infatti una serie di fattori che la rendono perfetta per l’osservazione del cielo e delle stelle: aria tersa, pochissime piogge, e quasi totale assenza di inquinamento luminoso. Il deserto cileno è un paradiso anche per i fotografi, che puntino il loro obiettivo verso il cielo o verso la terra.

atacama

E ancora il Geyser el Tatio, situato in prossimità delle Ande a circa 4.320 metri sul livello del mare, il quale rappresenta il più grande sito di geyser attivi di tutta l’America Latina, nonché il terzo più ampio giacimento di fumarole al mondo. Il suo nome in lingua kunza significa forno. Tutti i giorni gli oltre 70 geyser spruzzano vapori di acqua a una temperatura di circa 85 gradi oltre a frammenti di roccia e di sedimento. Le attività geologiche si intensificano con le prime luci dell’alba. Le prime eruzioni avvengono intorno alle quattro del mattino. A quest’ora i geyser escono dal loro torpore ed emettono lunghe colonne di vapore bianco, derivanti dalla combinazione di acqua bollente e aria ghiacciata.

tatio

Lasceremo il Cile per raggiungere le bellissime isole dell’arcipelago polinesiano, cominciando da Tahiti, spostandoci poi a Moorea…un giardino lussureggiante posato su una laguna perfetta, la sua dolcezza, la sua natura preservata ed il suo fascino particolare, seducono immediatamente il viaggiatore. Diviso da due baie maestose, quella di Cook e quella di Opunohu, il profilo verdeggiante dell’isola offre un contrasto sorprendete al limpido blu della laguna. Sulla sabbia bianca delle sue spiagge, nascosti nei giardino fioriti oppure posati sulla laguna, si trovano disseminati bungalow dei numerosi hotel che permettono di assaporare al meglio la quiete di Moorea.Qui trascorreremo delle bellissime giornate di relax in uno dei resort più belli dell’isola, il Ia Ora Resort & Spa assaporando tutto quello che questo paradiso può offrire.

moorea

Ma il nostro viaggio non finisce qui perchè ci attende la remota e misteriosa Isola di Pasqua o Rapa Nui, isola remota, immersa nel Pacifico, un territorio vulcanico in mezzo all’Oceano che si discosta molto dal resto del Paese in continente, da cui dista ben 3.700  Km chilometri. Nell’immaginario collettivo viene identificata con le statue dei moai, enormi monoliti, oltre 600, disseminati sull’isola, ancora avvolti dal mistero. Non vi è infatti assoluta certezza del perché siano stati costruiti e cosa rappresentassero. Secondo alcuni studi recenti, sembrano corrispondere a un riconoscimento funerario per i capi tribù e, secondo la credenza popolare, avrebbero permesso ai vivi di prendere contatto con il mondo dei morti.
Il territorio dell’isola è caratterizzato dai vulcani Poike, Rano Kau , Rano Raraku e Terevaka che le conferiscono un aspetto selvaggio e primordiale, con una fauna relativa, si trovano cavalli, pecore, mucche e maiali importati dalla terraferma.

cilp

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •