IL NOSTRO VIAGGIO TRA STATI UNITI E POLINESIALISTA


Il giorno 29 Luglio partiremo per la nostra Luna di Miele con destinazione STATI UNITI & POLINESIA FRANCESE!

san-franciscoLa prima tappa del nostro viaggio sarà SAN FRANCISCO, sulla costa del Pacifico, la città che con i suoi 40 colli forma uno scenario imponente ed è infatti considerata tra le più belle di tutti gli Stati Uniti. Questo luogo sa farsi amare a prima vista grazie a quel mix tra architettura coloniale e architettura moderna, alle sue ripide colline percorse dai caratteristici tram, alla buona cucina, alla vasta offerta culturale, al calore dei suoi abitanti e alla sua baia che regala scenari mozzafiato in qualsiasi stagione.
Il suo simbolo per eccellenza è il Golden Gate Bridge, il Ponte sospeso in cemento e acciaio lungo 2700 metri che collega l’Oceano Pacifico con la Baia di San Francisco. Qui trascorreremo 3 giorni prima di partire alla scoperta dei bellissimi parchi della West Coast.

YosemiteIl primo dei parchi che visiteremo è lo Yosemite National Park, situato tra le contee di Mariposa e Tuolumne, sulla catena montuosa della Sierra Nevada. Un parco ricco di straordinarie bellezze naturali, costellato da altissime rupi, cascate spettacolari, enormi alberi e torrenti di montagna.
Trascorreremo la notte nella suggestiva cornice di Mammoth Lakes per proseguire il giorno dopo verso la Death Valley, un cambio di scenario davvero drastico, dalle alte verdi montagne all’arida e desertica zona di questa valle, il punto più basso del territorio degli Stati Uniti.death_valley
Lo scrittore americano Richard Lingenfelter nel 1893 la raccontò con queste parole: “La Valle della Morte non è realmente così differente da gran parte del resto delle zone desertiche. È un po’ più profonda, un po’ più calda e un po’ più secca. Quello che la fa sembrare diversa non è nient’altro che la nostra immaginazione. Perciò è una terra di illusione, un posto nella mente, un miraggio tremolante di ricchezze, di mistero e di morte“. Ecco perchè attraversarla in auto è davvero magico…ma senza dimenticare il grande aiuto dell’aria condizionata date le temperature estreme!!
Dormiremo nell’unico “villaggio” della Valle, il Furnace Creek, più o meno a metà dell’attraversamento del deserto.

las vegasUn nuovo cambio di scenario per la nostra prossima tappa…LAS VEGAS, la città più folle del pianeta! Persa nel deserto del Nevada, è la città del divertimento per eccellenza e perchè no potrebbe essere il luogo ideale per un secondo matrimonio fuori dal comune!!!
Las Vegas nel suo complesso di luoghi stravaganti, luci e colori sembra un enorme parco giochi grazie anche ai numerosissimi Resort Tematici, molti dei quali sono collegati attraverso ponti sotterranei e monorotaie…l’hotel da noi scelto è il caratteristico Paris Las Vegas, un angolo di romantica Europa negli USA.

Lasciando Las Vegas ci dirigeremo verso i parchi più belli dello Utah, il primo nel quale ci fermeremo è il Zion National Park, una valle lunga 8 miglia scavata dal fiume Virgin, seguito dal Bryce Canyon, istituito nel 1928 e così denominato in onore del mormone Ebenezer Bryce. Questo parco può vantarsi di possedere alcune delle rocce più colorate della Terra, i famosi “hoodoos“, pinnacoli del tutto singolari scolpiti da fenomeni naturali d’erosione. L’acqua ha contribuito a scolpire il paesaggio aspro di questo parco per milioni di anni, e continua a farlo ancora oggi!!

Seconda tappa nello Utah con Page, adagiata su un’altura che sovrasta il Lake Powell, un lago artificiale creato dalla Glen Canyon Dam (diga) e che si estende per chilometri e chilometri su un immenso canyon ricoperto d’acqua, e che offre splendide possibilità per l’esplorazione e per gli sport acquatici. Nei pressi di Page si trova un altro tra i luoghi più affascinanti degli USA, l’Antelope Canyon, un canyon scavato nella roccia, alto nei suoi punti più caratteristici dai 10 ai 20 metri circa e dalle pareti sinuose e levigate. La prima volta che vi si entra non sembra possibile che la natura possa aver disegnato un quadro così simile per certi versi alle ardite visioni di Gaudì.

.

Ovviamente lo spettacolo della natura non finisce qui…ci aspettano infatti ancora la Monument Valley, parco gestito dagli indiani della riserva Navajo, al confine fra Arizona e Utah, caratterizzato dai tre monoliti di sabbia rossa simbolo dell’immaginario tipico del Far West americano; ed il Grand Canyon National Park nello stato dell’Arizona. Questo parco è un’enorme fenditura scavata dal fiume Colorado nel corso di milioni di anni, uno spettacolo unico della natura!!!

Grand Canyonmonument

 

 

 

 

 

 

 

Joshua Dopo la notte  di Tusayan, nei pressi del Grand Canyon iniziamo il nostro viaggio in auto in direzione Los Angeles, rientreremo in California facendo prima un’ultima tappa per visitare il caratteristico Joshua Tree National Park, un’area caratterizzata da terre incolte e naturali, non modificate dalle opere dell’uomo, che conservano una natura intatta e selvaggia importante per la sopravvivenza di alcune specie della flora e della fauna. LosAngeles 4

Una particolarità di questo parco è la famosa e singolare specie di Yucca, una pianta non particolarmente bella o rigogliosa ma sicuramente unica nel suo genere.

Siamo giunti infine alla nostra ultima tappa del tour per gli stati del West USA, LOS ANGELES, la città degli angeli, oggi è la più grande e popolosa città della California e seconda di tutti gli Stati Uniti d’America, famosa per alcuni dei suoi popolari quartieri come Beverly Hills e Hollywood.


 

Il nostro tour on the road americano è terminato, ma non il nostro viaggio!!

Lasciamo l’America in direzione di un vero paradiso terrestre, la Polinesia Franceseimages
Il 13 agosto atterremo a Tahiti, la porta d’ingresso al paradisiaco arcipelago Polinesiano, qui ci sarà subito un altro breve volo ad attenderci con destinazione RANGIROA, è un enorme atollo, il più grande in Polinesia francese e il secondo più grande atollo del mondo, costituito da 240 isolotti che compongono una laguna circolare di 1640km² . Si tratta di un acquario naturale, che il capitano Cousteau ha indicato come uno dei più bei siti di immersione sulla Terra. E ‘ un paradiso per i sub e non solo, permette a chiunque di godere della sua laguna cristallina che garantisce bellissime visuali anche solo facendo snorkeling! Non solo fondali ma anche spiagge da sogno di un bellissimo colore rosa e bianco.
Qui trascorreremo 4 notti tra il bellissimo Kia Ora Resort & Spa e il suggestivo e unico Kia Ora Sauvage Private Island, un angolo di paradiso dove l’autenticità polinesiana si combina ad un’atmosfera accogliente, 5 bungalow fronte spiaggia, in un’atmosfera informale, dove vivere un’esperienza stile “Robinson Crusoe”.

Da Rangiroa ci sposteremo poi a MOOREA, un’isola dell’arcipelago della Società di una bellezza unica, con il suo scenario mozzafiato e l’atmosfera piacevole e rilassata. Questa gemma naturale è adatta sia a chi vuole rilassarsi sia a chi desidera scoprire la sua indimenticabile vita marina. Il dolce ritmo della vita e il fascino senza tempo di questa terra incantano immediatamente i viaggiatori: baie sontuose, la Baia di Cook e la Baia Opunohu, così come il lussureggiante paesaggio montuoso che si staglia in contrapposizione al blu cristallino della laguna.
Qui trascorreremo altre 4 notti all’insegna del relax e della scoperta dell’isola, prima di tornare in Italia…

 

LISTA

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + otto =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>